Di seguito alcuni studi, tratti dalla letteratura scientifica, che dimostrano l'efficacia della mindfulness

Alcuni ricercatori del Massachusetts General Hospital e dell’Università di Harvard hanno mostrato, attraverso l’utilizzo di scanning fMRI del cervello, che le otto settimane previste dal protocollo MBSR producono un ispessimento di varie aree del cervello associate con l’apprendimento e la memoria, con la regolazione delle emozioni, con il senso d’identità e il senso della prospettiva. Hanno, inoltre constatato che l’amigdala, coinvolta nella valutazione e risposta a situazioni percepite come minacciose, risultava più sottile dopo l’ MBSR. Questio studio è un esempio del fenomeno detto neuroplasticità.

*Holzel BK, Carmody J, Vangel M, Congleton C, Yerramsetti SM, Gard T, Lazar SW. “Mindfulness practice leads to increases in regional brain gray matter density”. Psychiatric Research: Neuroimaging. 2010

Ricercatori dell’Università di Toronto, usando anch’essi la tecnologia fMRI, hanno trovato che le persone che avevano portato a termine un programma MBSR presentavano un’attività neuronale accresciuta in un circuito associato con il senso di presenza nel corpo e nel momento presente e decresciuta in un altro circuito, associato con l’esperienza del sè nel corso del tempo. Quest’ultimo circuito è uno dei più coinvolti nelle attività di rimuginio e di mind-wandering.

*Farb NAS, Segal ZV, Mayberg H, Bean J, McKeon D, Fatima Z, Anderson AK. “Attending to the present: mindfulness meditation reveals distinct neural modes of self-references”. Social Cognitive and Affective Neuroscience, 2007.

Ricercatori dell’Università del Winsconsin hanno mostrato che l’addestramento in MBSR in un gruppo di volontari sani riduceva l’effetto dello stress psicologico su un processo infiammatorio artificialmente indotto che provocava vesciche cutanee. Lo stress in questione consisteva nel dover tenere un discorso di fronte a una commissione di persone impassibili. Questo studio, è stato il primo ad utilizzare un gruppo di controllo accuratamente scelto a fini del confronto.

*Rosenkranz MA, Davidson RJ, MacCoon DG, Sheridan JF, Kalin NH, Lutz A. “A comparison of mindfulness-based stress reduction ad an active control in modulation of neurogenic inflammation”. Brain, Behaviour, and Immunity. 2013.

Uno studio condotto in collaborazione con l’Università del Winsconsin si proponeva di esaminare gli effetti del programma MBSR in un contesto aziendale su impiegati sani, ma stressati. E’ stato trovato che nei partecipanti al programma l’attività elettrica in certe aree del cervello coinvolte nell’espressione delle emozioni si spostava dall’emisfero destro all’emisfero sinistro. Questo spostamento suggerisce che i meditatori erano in grado di gestire l’ansia o la frustrazione più efficacemente, rispetto al gruppo di controllo. Lo spostamento da destra a sinistra nel gruppo MBSR era ancora osservabile quattro mesi dopo la fine del programma.

*Davidson RJ, Kabat-Zinn J, Schumacher J, Rosenkranz MA, Muller D, Santorelli SF, Urbanowski R, Harrington A, Bonus K, Sheridan JF. “Alterations in brain and immune function produced by mindfulness meditation”. Pscyhosomatic Medicine. 2003.

Uno studio condotto all’Università di California a  Los Angeles e all’Università di Carnegie Mellon ha mostrato che la partecipazione ad un programma MBSR riduce la solitudine, uno dei principali fattori di rischio per la salute, soprattutto negli anziani. Lo studio, su adulti di età compresa tra i 55 e gli 85 anni, ha mostrato che il programma, oltre a ridurre il senso di solitudine, produceva un calo nell’espressione di geni in rapporto con l’infiammazione, misurata su cellule del sistema immunitario presenti in prelievi sanguigni. Produceva un abbassamento nell’indicatore di infiammazione detto proteina C-reattiva. Questi risultati sono potenzialmente importanti, perché l’infiammazione viene sempre più ritenuta un fattore di rischio nel cancro, nelle malattie cardiovascolari e nel morbo di Alzheimer.

*Creswell JD, Irwin MR, Burklund LJ, Lieberman MD, Arevalo JMG, MaJ, Breen EC, Cole SW. “Mindfulness-Based Stress Reduction training reduces loneliness and pro-inflammatory gene expression in older adults: A small randomized controlled trial”. Brain, Behaviour and Immunity. 2012